Consulenza aziendale: cos’è e perché funziona

Quando si ha un’azienda, grande o piccola che sia, capita che ci si debba approcciare al mercato per la prima volta, o si debba reimparare ad approcciarsi perché i vecchi clienti hanno smesso di comprare e serve reimmettersi su un panorama cambiato. Per aziende in crisi, o semplicemente interessate a potenziare i propri fatturati e la propria presenza nel settore, la consulenza aziendale (richiedi il suporto a https://strategiaebusiness.com/) si rivela spesso uno strumento efficace, a cui affiancare la consapevolezza di dover costruire un rapporto di fiducia e comprensione per massimizzarne l’efficienza nei risultati.Il consulente aziendale è una figura essenzialmente funzionale al contesto dove viene introdotta: con buona pace di molti “azzeccagarbugli”, se fra il cliente e il consulente non s’instaura un rapporto sereno e di fiducia, è pressoché inutile anche provare a ottenere risultati.

Una buona consulenza aziendale parte infatti da chi la svolge: ascoltare in dettaglio i problemi e le specificità delle aziende che dovranno essere aiutate nel processo di consulenza, costruendo un rapporto più simile a quello di un dottore a cui devono essere raccontati i sintomi, per poter proporre una cura. Spesso, ad esempio, una startup potrebbe aver bisogno di qualcuno con esperienza e capacità per essere guidata nelle prime fasi del farsi conoscere da una clientela mirata e vendere il proprio prodotto. Oppure un’azienda occupata nel settore dell’innovazione, potrebbe voler instillare nuovamente fiducia nei clienti passati, proponendo nuove soluzioni aggiornate. Ancora, un’attività i cui profitti sono in calo e la portata dei clienti ridotta, potrebbe aver bisogno di nuove strategie di vendita, nuovi approcci, nuovi punti d’incontro dove convincere i clienti.

In effetti, tutto quello che fa il consulente aziendale, è letteralmente trovare i punti deboli nel processo di produzione e vendita dei propri cilienti e correggerli: un approccio che può essere a breve termine, occupandosi di soluzioni da adottare nell’immediato per risollevare un fatturato carente, oppure consistere in un vero e proprio “percorso di consulenza”, dove i fondamentali del mercato vengono reimpartiti da zero, la struttura organica rimodellata su una più efficiente e produttiva. Chiaramente, le soluzioni a lungo termine potrebbero essere preferite, ma non necessarie. È qui compito dell’esperto valutare caso per caso e agire in maniera giusta, senza proporre obiettivi irrealizzabili ai propri assistiti.

Crescita di aziende bloccate e risultati concreti

Troppo spesso ci si concentra sulla teoria, ignorando che molti clienti, nell’atto di rivolgersi a consulenti aziendali, sono in situazioni preoccupanti e in grado di togliere il sonno ai titolari. Il lavoro di una consulenza aziendale è quello di poter portare risultati concreti e misurabili, che sia in termini di fatturato diretto o di presenza sul mercato. I doveri di una buona prestazione includono, ma non si limitano, anche ai suggerimenti più “drastici”: acquisire concorrenti, aprire nuove filiali, trasferire produzioni all’estero, o altre risoluzioni più o meno totalizzanti. Non è un caso raro che molte aziende si ritrovino fra le mani una situazione disastrosa in seguito a decisioni poco pianificate, o troppo conservatrici: non espandersi quando possibile, oppure farlo con troppa fretta e poca cura, oppure addirittura continuare a perservare in società quando è possibile ridurre i costi attraverso un cambio commerciale.

In conclusione

La consulenza aziendale, per quanto sia uno strumento individuale e dove solo esperti formati professionalmente, con un certo grado d’esperienza alle spalle, possono davvero risollevare situazioni non ottimali, è sicuramente un investimento molto più produttivo di qualsiasi decisione presa alla leggera. Una consulenza aziendale può essere assimilata ad un consulto con il dottore, quando i primi sintomi si presentano: una tosse può essere un semplice colpo di freddo, o i segni di un’infezione in corso, da trattare più o meno seriamente e che solo una persona esperta e formata può individuare in tempo.

Potrebbero interessarti anche...